giovedì 8 luglio 2010

Come conquistare la donna Scorpione...

Una donna Scorpione conosce tutte le armi della seduzione, lecite o no, e le usa senza preoccuparsi di quanti "feriti" lascia sul campo. Tutto in lei parla di mistero: dal modo di camminare, al modo di parlare o guardare. Dietro a tanta sfacciata disponibilità nasconde un animo rigorosamente logico e ben consapevole di volere solo "chi" sia in grado davvero di garantirle un amore "appassionato e totalitario". Corteggiatela apertamente, inviatele fiori, poesie e lettere che la facciano sentire al centro dell'attenzione. È, calda ed appassionata ma il suo contorto modo di prendere la vita le fa detestare tutto ciò che è ovvio e scontato. Ama le storie d'amore difficili, che stimolino il suo bisogno di vincere sempre. Anche quando le cose sembrano andare benissimo, ricordate che è terribilmente emotiva, basta un piccolo incidente per farla fuggire via di scatto. Preparate l'atmosfera giocando con luci e suoni, ma senza esagerare con troppe provocazioni. Lei preferisce guidare il gioco secondo i propri tempi e le proprie regole. Non è molto importante cosa le propinate, ma come. Sussurratele qualche piccante provocazione e lasciatela libera di esprimersi e di guidarvi. Adulatela spesso e non dimenticate di rassicurarla in merito a eventuali rivali. La donna Scorpione è assolutista e possessiva e pur avendo un animo buono e generoso si trasforma in una moderna Lucrezia Borgia appena sente odore di "corna". Adora i regali ricchi, come un anello di rubino, visto come un omaggio alla sua bellezza. Lasciatevi "dolcemente" comandare e presto sarà lei ad interpretare la parte dell'amorosa schiava.

lunedì 5 luglio 2010

Pensieri Vorticosi

Ci sono momenti nella vita nei quali non abbiamo ben chiaro cosa fare di noi e del nostro futuro. Quando ci sembra di aver trovato dei punti fermi, ciclicamente si ripresenta l'incertezza che caratterizza la nostra esistenza. Per chi soffre come me di piccole ansie, appena il quotidiano subisce dei mutamenti ecco che si sfaldano i miei equilibri e tornano a galla vecchie paure. I pensieri malinconici sovrastano la voce del cuore e mettono in moto un meccanismo di totale mestizia. Non so se tutto dipenda da un pessimismo recondito o da una esigua esperienza sulla felicità...quello che però è evidente è la mia incapacità nel gestire le emozioni. In questi casi bisognerebbe non dare ascolto ai brutti pensieri e guardare oltre... ma è veramente giusto non dar peso all'inconscio? E se la nostra voce interiore volesse comunicarci qualcosa di importante? La mia testa sta correndo troppo in questo momento, è meglio fare una pausa e metterla in modalità OFF. Riuscirò a non riaccendere per un po' quel dannato tasto???

Il volto è lo specchio della mente, e gli occhi senza parlare confessano i segreti del cuore. (Sofronio Eusebio Girolamo)