giovedì 30 luglio 2009

BUONE VACANZE


E' arrivata l'ora di una pausa...scusatemi se mi sono assentata ma è stato un periodo stressante questo. Prometto di essere più presente e di commentarvi il più possibile. Un bacione a tutti



venerdì 17 luglio 2009

I SOGNI SON DESIDERI DI FELICITA'...

Sto facendo il punto della situazione cercando di notare tutte le sfumature della mia vita. Da protagonista divento narratrice. La voce fuori campo racconta le emozioni della protagonista chiedendosi come andrà a finire e quale sarà il suo destino. Già...esiste ancora il: "e vissero felici e contenti"? In realtà da bambini la prima parola che dovremmo dire non è: "mamma o papà" ma "felicità" perché da piccoli si cresce con le favole e tu pensi che facciano parte della realtà. E' strano come questa semplice parola ci condizioni una vita intera. Come riusciamo a riconoscerla? Tutti la desiderano ma pochi riescono a viverla veramente. Mamma mia, potrei scrivere pagine intere su questo tema. Personalmente io non saprei dare consigli su dove trovarla, anzi, ormai sono anni che sono bloccata nello stesso punto perchè non riesco a muovere un passo! Ho imparato, quindi, ad osservare dalla mia angolazione tutto ciò che mi circonda e devo dire che ho compreso che c'è poca voglia di assaporare le novità. Ad esempio per me la felicità sarebbe una novità, quindi ho paura! Ormai sono come un soldato...sono talmente abituata a soffrire, che il dolore non è più così intenso come un tempo. Adesso che ho poche energie e le mie forze tendono a scemare, l'unica cosa di cui sento veramente il bisogno è quello di stare sempre qui nel mio angolino a un metro di distanza dal mondo esterno. C'è troppo rumore nella mia testa e ho bisogno di quiete, relax! Voglio stare qui e darmi lunghi abbracci...voglio parlare con me stessa, piangere e ridere...VOGLIO AMARMI!

giovedì 16 luglio 2009

CTRL - ALT - CANC


Resettare la mente!!!


domenica 12 luglio 2009

martedì 7 luglio 2009

Una nuova rinascita.

Ed è proprio quando si tocca il fondo che non ci resta che risalire!!! Molte volte ci si convince di averlo toccato e invece ci capitano situazioni che ci fanno scavare punti sempre più bassi facendoci comprendere che ci è capitato qualcosa di peggiore. Ma è vero, per quanto questa constatazione possa farci male c'è sempre una nota positiva evidenziata dalla nostra capacità di ripresa.

Non è forte colui che non cade ma chi cade e si rialza!

ORA STO DECISAMENTE MEGLIO PERCHE' STO RISALENDO...

Come una dea mi calo nelle acque del tuo lago, accompagnata da una nebbia che mi avvolge e mi culla...
E'notte fonda e tutti viaggiano sulle note dei propri sogni nati d speranze inconsce... e io aspetto te, mio grande amore, nascosta dietro la cascata illuminata a stento da una lucciola che m fa compagnia creando strani disegni nell'aria e incantata da quella danza... resterò qui, non importa quanto aspetterò ma resterò perchè ho voglia ancora di emozionarmi.... Non so perchè lo faccio ma non ho voglia di pormi domande e di fare riflessioni, voglio solo godermi questo meraviglioso spettacolo coccolata da questa magica luna...

domenica 5 luglio 2009

...RICORDI....

Io non lo so se esiste davvero un momento in cui si riesce a mettere un punto ed andare a capo.
...C'è sempre un filo conduttore che attinge dal nostro ieri. Anche nella frase tagliamo i ponti c'è un fondo di eterna incoerenza...io taglio un fusto ma la radice rimane in me per sempre.

Eppure è un pensiero che ci fa respirare quando siamo in apnea e rigirandoci nel nostro essere ci ritroviamo ad ogni giro più circoncisi, abbiamo bisogno di pensare che ci sia un modo netto e drastico per cambiare subito una situazione.

Io non riesco a metterlo il punto e andare a capo e forse per questo mi piace pensare che non possa esistere davvero un momento così.…

Mi trascino dietro, con tutta la forza che mi rimane, il mio bagaglio di esperienze in questo cammino di crescita che sto imparando a conoscere. Provo a portarmi sempre più lo stretto necessario e tante volte è cosi dura per me che mi lego a tutto quello che vivo.

Gli inizi e la fine delle cose mi sembrano sempre più segmenti tracciati sul mio percorso. Si ripetono piccoli cicli: occhi appannati, cuore gonfio...tiro un altro sospiro e mi dico: "Su su, non c'è tempo per stagnare qui.…Bisogna andare avanti".

S'incontrano tanti occhi che vorresti tenere nella memoria per sempre e si promettono tante menzogne che la natura umana non è in grado di mantenere. Non per cattiveria ma per pura natura...forse il per sempre non esiste ma l'importante rimane, comunque, l'impronta che lasci collezionando numerosi ricordi.

venerdì 3 luglio 2009

PAURA DI AMARE…

Stavo riflettendo sul fatto che le cose non programmate ti regalano sempre grandi emozioni. Non c'è scritto da nessuna parte che dobbiamo mantenere certi parametri, certe posture, certi princìpi, se alla fine un lato di noi non si sente libero, libero dentro… libero nel cuore… spontaneo nelle sensazioni e nei gesti. Io cerco sempre di sentirmi libera, infatti vivo d’istinto, pensiero e passione. Amo il mio modo di essere anche se tendo ad incasinarmi la vita. Molte volte mi sono definita carnefice delle mie azioni perché sono io a procurarmi le emozioni e a sentirmi influenzata da esse. Sono volubile, folle, allegra, triste…sono un eterno controsenso! Ovviamente non posso piacere a tutti, soprattutto alla gente che pretende di capirmi o chi ha la convinzione di conoscermi. Questi sono stati i motivi di molte divergenze nelle mie storie passate. Il fatto è che mi ritrovo sempre a rivivere gli stessi dejà-vu e tutto ciò è abbastanza deludente. Sono stanca della gente che non sa rischiare per paura di sbagliare. Gli errori servono, ci aiutano a crescere e sono proprio le cicatrici a farci sentire vivi. Sì, perché abbiamo lottato per qualcosa in cui credevamo. Secondo me il dolore e la paura non sono sentimenti del tutto negativi se vengono vissuti come un modo per migliorarci. C’è tanta desolazione in giro, ma perché abbiamo perso la voglia di combattere? Perché non si crede più nei valori? Perché si scappa dai rapporti? Queste domande continuano a ripetersi con voce sempre più insistente di fronte alle immagini della società di oggi. Ritorneremo ad amare? In questo mondo di incertezze collezionare attimi di felicità non è poi così male perché si sa che purtroppo la felicità è effimera ed è un premio che va conquistato ogni giorno. Io vivo il momento e cerco di non pensare al dopo. Sono stanca dei progetti…l’amore deve essere un’onda che ci trascina nel vortice dell’imprevedibilità.
Io so rischiare…io so amare!

Seduta sopra il mio letto
ascolto il silenzio del vuoto che mi circonda.
Il sussurro di un'assonanza in un nome
mi fa tornare al mio sogno.
Lenisco le parole con acqua di dolore.
Apro gli occhi pensando
che non è acqua il tempo e non c’è peccato in questo…