lunedì 21 novembre 2016

Ascolto, leggo e osservo...

Ascolto discorsi, leggo post, osservo tutto ciò che mi circonda e mi accorgo di quanto sia diventata anomala la vita rispetto al passato. Le persone sono tutte alla ricerca di qualcosa che non riescono ad ottenere; pertanto sono insoddisfatte e infelici. Vivono la propria routine lamentandosi in continuazione. I lavoratori fanno il conto alla rovescia per arrivare al week-end, uscire per locali e spendere quei pochi soldi che si ritrovano nel portafogli.
L'amore è sempre più un miraggio...ormai si sta in coppia con difficoltà perché non c'è più la pazienza e la voglia di avere una relazione stabile. Chi è fidanzato, molto spesso, lo è perché non vuole stare da solo...il partner è diventato sempre più un oggetto da esibire in giro (ce l'ho, ce l'ho...mi manca... ed ecco che scatta la curiosità finalizzata al possesso dell'oggetto da collezione...poi quando ti stufi, lo metti nel dimenticatoio e ne cerchi uno nuovo).

Ascolto, leggo e osservo...
fingo di essere una delle tante per confondermi con la massa. Ripeto le stesse frasi che dice la gente e ricevo consensi.
I miei veri pensieri, però, li condivido con pochi...il mio vero "credo" lo tengo per me perché ho capito che bisogna "donarsi" agli altri con moderazione...alla fine chi vorrà oltrepassare la barriera dell'apparenza conoscerà la vera essenza che c'è dietro ogni persona...
Ma chi è veramente disposto ad andare oltre quel confine?
F.

Nessun commento: